Passaporto IT dal 2006: generalità e rilascio

Riporto, per comodità di chi legge, il testo del sito della Polizia di Stato, che definisce i principi essenziali che regolano il rilascio del Passaporto per i cittadini Italani:
Inizio citazione - Il passaporto è rilasciato ai cittadini italiani e ha durata decennale. Alla scadenza della validità, riportata all'interno del documento, non si rinnova ma si deve richiedere l'emissione di un nuovo passaporto. In aderenza alla vigente normativa europea, dal 20 maggio 2010 viene rilasciato ai cittadini, da tutte le Questure in Italia ed all'estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari, un passaporto elettronico costituito da un libretto di 48 pagine a modello unificato. Tale libretto cartaceo è dotato di un microchip in copertina, ecco perchè elettronico, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare. Inoltre, è presente, alla pagina 2 del libretto la firma digitalizzata, fatta eccezione per le sotto elencate categorie:
Minori di anni 12;
Analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà );
Coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l'apposizione della firma; In questi casi al posto della firma ci sarà la dicitura "esente" scritta anche in lingua inglese e francese.
Per i minori oltre ai cambiamenti già intervenuti, è ora previsto che siano tutti dotati di un passaporto individuale. Pertanto non è più possibile richiedere l' iscrizione del figlio minore sul passaporto del genitore. Per notizie più approfondite vi rimandiamo alla pagina del passaporto per i minori. Per i minori la procedura prevede che vengano acquisite le impronte dal compimento dei 12 anni di età . N. B. L'iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è più valida dal 27.06.2012. Infatti da questa data il minore può viaggiare in Europa e all'estero solo con un documento di viaggio individuale. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.
- fine citazione


Da qui in avanti il sito della Polizia diventa piuttosto complesso.
Con tutto il rispetto, proverò ad essere più chiaro e diretto, dato che in sostanza la maggior parte di noi non rientra in casi particolari per i quali è bene seguire altre strade. 
Per il rilascio procuratevi:

  • Bollo per Passaporto, presso qualunque tabaccheria munita di Lottomatica, lo stamperà in pochi minuti: l'importo è di € 73,50.
    N.B. Chi avesse in precedenza acquistato il contrassegno telematico da € 40,29 potrà integrarlo con un ulteriore contrassegno telematico da € 33,21. L'importo è variato dal 24 Giugno 2014, tuttavia, per i 9 anni successivi (10 in tutto di validità) non si applicherà più il bollo di € 40,29.
  • Versamento di € 42,50 che va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro.
    La causale è: "importo per il rilascio del passaporto elettronico"
  • Fototessera (va specificato per Passaporto), quindi meglio recarsi da un fotografo professionista, con il digitale anche qui non perderete troppo tempo.
  • Documento di identità valido, (normalmente carta di identità, controllate la scadenza!), e per prudenza fatene una fotocopia.
  • Telefonate alla Questura competente per territorio (normalmente la più vicina), e chiedete un appuntamento per passaporto all'ufficio competente.
  • Avete finito, il resto ve lo faranno loro, e normalmente sono gentili e disponibili.

A questo punto potete scegliere se farvi spedire il passaporto, farlo mandare al Vostro Comune o passarlo a prendere dopo una quindicina di giorni. Se non siete scomodi è la soluzione migliore.

Documenti per l'autovettura

La vettura va assicurata con una copertura comprendente la "Carta Verde", documento che attesta la vostra copertura assicurativa anche nei Paesi al di fuori dell'UE. Controllate che il paese in cui vi recate sia compreso nell'elenco allegato al documento. Ovviamente il libretto di circolazione e il foglio complementare andranno controllati con cura, e dovranno coincidere nei dati riportati. Se non siete i proprietari della vettura, dovrete farvi rilasciare un attestato che certifichi l'affidamento sotto vostra responsabilità per la guida del mezzo all'estero. Questo va fatto anche per i paesi UE, non ha importanza se l'intestatario é il consorte, la dichiarazione va fatta e tenuta a portata di mano. Viene rilasciata anche presso l'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza dell'intestatario, che dovrà recarsi personalmente ad apporre la firma autentica. Il modulo tipo potrete scaricarlo da QUI in formato .pdf.


footer