Il costo reale del denaro! Cambiare Euro in Dinari Tunisini

costo reale del denaro in Tunisia

Cambio, prelievi Bancomat, anticipi su Carta di Credito e bonifici.

La pagina è dedicata ad un argomento che ho visto parecchio trascurato sul web (potenza delle Banche?): il rapporto che avrete dalla Tunisia con la vostra Banca Italiana e il modo di ottenere buone condizioni di cambio, in pratica quale sia il costo reale del denaro, trasferendo Euro dall'Europa alla Tunisia, specialmente nel primo periodo che richiede l'uso delle varie Carte Bancarie.
Per ottenere la doppia residenza dovrete aspettare 6 mesi ed un giorno, più ovviamente un periodo iniziale di adattamento. Per avvantaggiarvi dei benefici fiscali legati alla nuova residenza, specie se siete pensionati, occorrerà quindi un certo tempo: a quel punto avrete maggiori parametri sui quali fare i vostri calcoli. Durante il periodo iniziale (fatelo durare il meno possibile, vedi permesso di soggiorno) sarà giocoforza procurarsi il contante usando i sistemi ai quali siamo abituati in Italia: il Bancomat o la Carta di Credito della vostra Banca Italiana. Prima di partire sarete stati ad informarvi nella vostra Agenzia e sicuramente vi avranno detto che non esistono problemi con il circuito internazionale. Verissimo, non esistono problemi per la vostra Banca, per voi forse qualcuno c'è... e l'origine sta tutta nella parolina "internazionale"!

Commissioni ufficiali di prelievo e pagamento con carte all'estero fuori zona UE (ma ho qualche dubbio...)

Per ora voglio attenermi a quanto dovrebbe essere regola valida per qualunque Banca Italiana:
- prelievo bancomat area no euro : 3.62 euro fissa + 0.25$ / 2.5$ variabile, ad oggi sarebbero circa 6,9 euro max, ma quando mai le Banche applicano il minimo?
- pagobancomat 2.58 euro: queste condizioni sarebbero uguali per tutte le banche, perché sono condizioni del circuito "internazionale" (eccolo qua!)
- Carta Si (carta di credito) striscio costo zero , anticipo contante 4% (costi che sembrerebbero poter variare da Banca a Banca)
Mi permetto di far notare che, per prelevare soldi vostri, paghereste (il tempo del verbo è corretto, e vedremo il perchè) l'1,34% su 500 Euro, il 2,68% su 250 Euro, il 6,7% su 100 Euro. Qualcuno penserà: ma io posso prelevare fino a 1000 Euro, per me il costo è dello 0,6%, forse accettabile... NO NO NO, siete fuori strada! Il limite di prelievo che vale in zona UE, non vale fuori!

Verificare il limite di prelievo

Preoccupatevi di informarvi sul limite che avrete al di fuori della zona U.E. (e ripensateci se credete che l'Unione Europea serva a nulla...)
Quindi andate ad un Bancomat (molto numerosi nei centri di buone dimensioni, ma non sempre funzionanti) e prelevate: il massimo che non credo si possa superare è di 500 Dinari, che in Euro fanno all'incirca 230 Euro!
Morale: la commissione è superiore al 3%! Ulteriore problema, il cambio è decisamente poco interessante, se con la stessa cifra in Euro in contanti andaste ad un Cambiavalute che esponga regolarmente i tassi di cambio del giorno, potreste ricavare un ulteriore 1 - 1,5% in più, provare per credere. Quindi il vostro prelievo, di denaro vostro, e non anticipato dalla Banca, vi costerà da un minimo del 4 ad un massimo del 5% ed anche oltre... In realtà quindi l'anticipo su Carta di Credito sembra avere praticamente gli stessi costi del Bancomat o addirittura inferiori! Piuttosto strano, non credete?

Pagare col Bancomat

Anche il pagamento con il Bancomat ha dei costi molto elevati: una spesa alimentare media per due persone in Tunisia non supera i 30/40 Dinari, largheggiando e con qualche piccolo lusso, calcolando 40 sono poco più di 17 Euro, commissione pari al 15%!!!
Quasi metà del vantaggio di vivere in Tunisia se ne andrebbe così...

Possibili soluzioni per contenere i costi.

Esiste un modo per ovviare da subito a questo problema? Vediamo delle soluzioni possibili.
La più ovvia è munirsi di una carta prepagata, facendo molta attenzione che sia compatibile con i servizi internazionali, vi darà modo di operare in Euro per le ricariche, senza costi occulti. Il tasso di cambio dovrebbe essere buono, dato che praticamente avrete contanti da convertire in Dinari: meno chiaro il discorso delle commissioni per l'uso della carta, che dovrete chiarire con la Banca che la rilascia. Ritengo probabile un costo medio del 2%, ma non essendo legato al tipo di operazioni effettuate, almeno avreste dei parametri precisi a cui fare riferimento.

Aprire un conto in Euro (obbligatorio per pratica permesso di soggiorno)

Un'altra possibilità, sulla quale vanno comunque verificate le condizioni di commissione ed i tempi necessari all'operazione, è aprire in Tunisia un conto bancario in EURO, disponendo bonifici da un conto in Italia a vostro favore, e addebitando le commissioni sul conto in Italia, per essere certi degli importi delle commissioni stesse e magari riuscire a negoziarle.
Se addebiterete i costi al conto in Tunisia, le commissioni saranno sicuramente molto più elevate, fino a raggiungere importi di oltre il 10%!!!
Tuttavia, esiste anche il problema che non tutte le Banche tunisine aprono conti agli stranieri, se non già residenti: tipico "gatto che si morde la coda", dato che, come potete vedere nella pagina dedicata alla carta di soggiorno, avere un conto bancario in Tunisia è di fatto indispensabile!
La cifra del bonifico effettuato dovrebbe essere identica a quanto riceverete, essendo un'operazione non soggetta a diritti di cambio e a costi occulti. In questo modo avrete degli Euro da cambiare direttamente in Tunisia, con un tasso di cambio che potrete controllare, cambiando, nei limiti del possibile, in momenti favorevoli.

Commissioni sul Conto Corrente Italiano

Le commissioni che vi ritroverete sul conto in Italia, saranno comunque di una certa importanza: con la giustificazione delle "banche transitarie", avrete un certo numero di piccoli addebiti, e la vostra Banca si dichiarerà estranea a queste operazioni. Controllate con attenzione!

I prelievi

Altro svantaggio è una certa macchinosità per entrare in possesso di Dinari, dato che in Banca dovrete andarci personalmente a prelevare e, a seconda delle condizioni e della Banca scelta, recarvi anche presso un Cambiavalute. Naturalmente anche in questo modo pagherete dazio, la Banca tunisina per consegnarvi Euro si tratterrà una commissione, quindi non fate prelievi troppo piccoli se volete recarvi presso un cambio, pena la perdita della convenienza in questa operazione.
Potrete comunque ridurre il disagio una volta stabilito il fabbisogno settimanale o di un periodo più lungo che soddisfi le vostre esigenze.

Conto corrente postale

Da considerare anche l'uso di un conto postale in Italia collegato ad uno in Tunisia, alcuni ritengono sia il sistema migliore per ridurre le commissioni, quello che ho potuto verificare è che i bonifici da C/C postale sono relativamente economici come commissioni ma sconsigliati se si invia valuta straniera (cambio decisamente sfavorevole).

NOTA BENE

La posta tunisina offre cambi a volte più vantaggiosi delle banche, se andrete con gli Euro in contanti; bisogna presentarsi con il passaporto (normalmente non richiesto dalle Banche), ma vale la pena! Non è tuttavia possibile aprire un conto che venga poi certificato per ottenere il permesso di soggiorno.


Fornito da: it.exchange-rates.org

footer